L’analisi geografica delle fonti di energia

Linee di ricerca

Il 12 dicembre 2015 rappresenta una data storica per il nostro Pianeta: 195 su 200 Paesi aderenti alla XXI Conferenza delle Parti (più nota come COP21) sottoscrivono a Parigi un accordo internazionale che dopo Kyoto (1997) ribadisce in modo marcato l’urgenza delle questioni ambientali relative all’effetto serra. Dopo la crisi petrolifera degli inizi anni ’70, Chernobyl nel 1986 e Fukushima nel 2011, la questione energetica – cui è subordinata l’ipotetica futura riduzione di emissioni di anidride carbonica in atmosfera – ritorna prepotentemente alla ribalta in un Pianeta la cui richiesta di energia è in costante aumento. Nuovi modelli sono, dunque, necessari per cercare di concretizzare l’ormai quarantennale ossimoro dello sviluppo sostenibile: come risposta al crescente bisogno energetico sono necessarie politiche alternative per ridurre l’attuale dipendenza dalle fonti tradizionali (carbone, petrolio e gas), cercando di avviare in modo sempre più concreto la transizione verso le rinnovabili.

Molteplici sono perciò gli approcci che la geografia – per la sua intrinseca multidisciplinarietà – è in grado di offrire nell’analisi del complesso rapporto che intercorre tra sistemi energetici e territorio. Si tratta di una problematica molto ampia che ha ricadute di carattere geopolitico, nonchè riflessi sui modelli di sviluppo economico, sul genere di vita delle comunità locali e sul paesaggio.

In continuità con le precedenti analisi e e le attività svolte dall’omonimo Gruppo di Lavoro AGeI già a partire dai primi anni ’90 – coordinato da Gianfranco Battisti – gli ambiti di ricerca che si prospettano riguardano temi ancora molto attuali inerenti la Geografia Politica, la Geografia Economica, la Geografia Urbana  e la Geografia Umana.

In modo più schematico le linee di ricerca che si propongono sono, dunque, le seguenti:

  1. I limiti della crescita tra stime delle riserve e processi di decarbonificazione: i riflessi geopolitici delle recenti trasformazioni nel settore energetico.
  2. Le fonti energetiche come fattore chiave per lo sviluppo economico e per la localizzazione industriale nell’epoca della globalizzazione e della delocalizzazione.
  3. In un mondo in fase di urbanizzazione, l’implementazione delle nuove tecnologie e l’adozione di nuove politiche improntate allo sviluppo sostenibile (secondo il modello della smart city) al fine ridurre il consumo energetico delle città.
  4. L’impatto sull’ambiente e sul paesaggio delle fonti energetiche tradizionali e rinnovabili.

Principali eventi di interesse del gruppo

In fase di aggiornamento

Bibliografia di riferimento

In fase di aggiornamento

AMATO F., MARTELLOZZO F., MURGANTE B., NOLE’ G., Urban Solar Energy Potential in Europe, in «ICCSA 2016», Part III, LNCS 9788, 2016, pp. 443–453. DOI: 10.1007/978-3-319-42111-7_34

BATTINO S., Il vento come principale fonte energetica della Sardegna. Prospettive di sviluppo e «incoerenze» paesaggistiche, in SCANU G. (a cura di), Paesaggi, Ambienti, Culture, Economie, La Sardegna nel Mondo Mediterraneo, Patron Editore, Bologna, 2013, pp. 315-324.

BATTISTI G., Lineamenti di geografia del petrolio, SSLLMM, Trieste, 1992.

BATTISTI G. (a cura di), L’impatto geografico degli impianti energetici, Nuovi scenari per la produzione, i trasporti e i consumi alle soglie del 2000, Serie Geografia, Dipartimento di Scienze Geografiche e Storiche, Università di Trieste, 1993.

BATTISTI G., Governing globalisation. The energy debate between nature and macroeconomic issues, in «Semestrale di studi e ricerche di Geografia», Vol. XXVII, Fasc. 1, 2014, pp. 5-21.

BENCARDINO M., La strategia energetica europea ed il contesto nazionale, con particolare riguardo alle fonti energetiche rinnovabili (F.E.R.) e alle nuove centralità del Mediterraneo, in AMATO V. (a cura di), «Innovazione, impresa e competitività territoriale nel Mezzogiorno», Aracne editrice, Roma, 2013, pp. 79-97

BRIDGE G., BOUZAOVSKI S., BRADSHAW M., EYRE N., Geographies of energy transition: Space, place and the low-carbon economy, in «Energy Policy», 53, 2013, pp. 331-340.

CHIABRANDO R., FABRIZIO E., GARNERO G., The territorial and landscape impacts of photovoltaic systems: definition of impacts and assessment of the glare risk, in «Renewable Sustainable Energy Review» 13, 2009, 2441–2451.

DANSERO E. e PUTTILLI M., Paesaggio e fonti energetiche rinnovabili. Tra vulnerabilità e opportunità di sviluppo, in MAUTONE M., RONZA M., (a cura di), «Patrimonio culturale e paesaggio. Un approccio di filiera per la progettualità territoriale», Gangemi Editore, Roma, 2009.

DELFANTI L., COLANTONI A., RECANATESI F., BENCARDINO M., SATERIANO A., ZAMBON I., SALVATI L., Solar plants, environmental degradation and local socioeconomic contexts: A case study in a Mediterranean country, in «Environmental Impact Assessment Review», Vol. 61, 2016, pp.88-93, SSN: 1470-160X, DOI: 10.1016/j.eiar.2016.07.003.

FERRARIO V. e CASTIGLIONI B., Il paesaggio invisibile delle transizioni energetiche. Lo sfruttamento idroelettrico del bacino del Piave, in «Bollettino della Società Geografica Italiana», Serie XIII, Vol. VIII, Roma, 2015, pp. 531-533.

IOVINO L., Energie rinnovabili e territorio. Il caso del Mezzogiorno,  in AMATO V. (a cura di), Innovazione, impresa e competitività territoriale nel Mezzogiorno, Aracne, Napoli, 2013, pp. 99-116.

LEONE G., Geografia dell’energia in Italia, Adriatica Salentina, Lecce, 1975.

MAURO G. e LUGHI V., Mapping land use impact of photovoltaic farms via crowdsourcing in the Province of Lecce (Southeastern Italy), in «Solar Energy», 155, 2017, pp.434-444. DOI: 10.1016/j.solener.2017.06.046.

NADÄI A., VAN DER HORST D., Introduction. Landscape of Energies, in «Landscape Research»,  35, 2010, pp. 235-257.

PUTTILLI M., Per un approccio geografico alla transizione energetica. Le vocazioni energetiche territoriali, in «Bollettino della Società Geografica Italiana», XIII, 2009, pp. 601-616.

PUTTILLI M., Geografia delle fonti rinnovabili: energia e territorio per un’ eco-ristrutturazione della società, Milano, Franco Angeli, 2014.

RIFKIN J., The third industrial revolution: how lateral power is transforming energy, the economy, and the world, Palgrave Macmillan, New York, USA, 2011.

RUGGIERO L., Il ruolo degli idrocarburi negli scenari geopolitici della sicurezza energetica euro-mediterranea dopo la “primavera araba”, in «Rivista Geografica Italiana», 122, 2015, pp. 51-66.

RUGGIERO L., La dipendenza energetica dell’Unione Europea e scenari innovativi, Roma, Aracne, 2016.

WÜSTEHAGEN R., WOLSINK M., BÜRER M., Social acceptance of renewable energy innovation: an introduction to the concept, in «Energy Policy» 35, 2007, pp. 2683–2691.

Link utili

In fase di aggiornamento

Atlaimpianti (Atlante geografico interattivo sugli impianti FER del GSE): https://atla.gse.it/atlaimpianti/project/Atlaimpianti_Internet.html

Dati statistici TERNA (Trasmissione Elettrica Rete NAzionale): http://www.terna.it/it-it/sistemaelettrico/statisticheeprevisioni/datistatistici.aspx

EurObserv’ER Barometer (Database Europeo sulle Fonti Energetiche Rinnovabili): https://www.eurobserv-er.org/

International Energy Agency (IEA): https://www.iea.org/

Rapporti statistici del Gestore del Servizio Elettrico (GSE): https://www.gse.it/dati-e-scenari/statistiche

 

Membri del gruppo

In fase di aggiornamento

 

Add a Comment