Vigna di Valle: Exomundus Novus. Le esplorazioni umane verso nuovi mondi

Titolo dell’Evento Exomundus Novus. Le esplorazioni umane verso nuovi mondi
Città Vigna di Valle, Bracciano (RM) – (Museo Storico dell’Aeronautica Militare, Strada Circumlacuale, snc – Loc. Vigna di Valle 00062 – Bracciano)
Organizzazione di riferimento (eventuale) Aeronautica Militare, Museo Storico dell’Aeronautica Militare, GREAL dell’Università Europea di Roma, Laboratorio geocartografico “Giuseppe Caraci” dell’Università Roma Tre, Società Geografica Italiana, Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici
Persona di riferimento Prof. Gianluca Casagrande, Prof.ssa Annalisa D’Ascenzo, T. Col. Adelio Roviti
Ruolo o funzione Docenti universitari, Ufficiale dell’Aeronautica Militare
Breve presentazione dell’evento L’evento vuole ricostruire gli elementi di continuità fra le esplorazioni geografiche del passato, sulla Terra, e quelle rivolte alla conquista dello spazio extraterrestre. Tale esplorazione è intesa come esperienza umana, materiale e immateriale, di spazi e ambienti sconosciuti che oggi, più di quanto non avvenisse in passato, risulta fortemente mediata dalla tecnologia. Essa tuttavia, per realizzarsi compiutamente, non potrà prescindere da nuova esperienza conoscitiva umana, indiretta e diretta, virtuale o sensoriale, percettiva ed esistenziale.
Obiettivi L’evento è rivolto a un pubblico ampio, comprendente bambini in età scolare e studenti delle scuole superiori, ma anche adulti appassionati e specialisti, studiosi e curiosi, coinvolgendoli sulle implicazioni delle esplorazioni terrestri ed extraterrestri, sulla Geografia e la Esogeografia, sui significati del viaggio e sulla ricezione, da parte della società, delle conoscenze via via acquisite sui e dai nuovi mondi. I partecipanti potranno riflettere, inoltre, sulle prospettive di apprendimento e di senso offerte dagli strumenti tecnologici sviluppati per la ricerca spaziale. L’evento nel suo complesso e il luogo dove si svolgerà inviteranno i partecipanti a porre particolare attenzione all’evoluzione delle esperienze di viaggio immaginate e portate a compimento a seguito dell’acquisizione umana della capacità di distaccarsi dalla superficie del pianeta. Tali riflessioni assumono una valenza particolare in un anno, il 2019, nel quale ricorrono il cinquecentenario della partenza della prima circumnavigazione della Terra ad opera della flotta di Ferdinando Magellano e i cinquant’anni del primo allunaggio di Neil Armstrong e Buzz Aldrin con la missione Apollo 11.

Considerato il vasto pubblico a cui è rivolto, l’evento si suddividerà in momenti diversi nel corso della giornata. Nel pomeriggio il Museo Storico dell’Aeronautica Militare ospiterà i bambini delle scuole elementari e medie inferiori del circondario per una visita guidata alle strutture e ai cimeli conservati nell’area museale. I bambini saranno inoltre coinvolti in giochi a sfondo geografico appositamente realizzati da docenti iscritti al Corso di Studi in Scienze della Formazione primaria e guidati da Arturo Gallia.
Nella serata si svolgerà un incontro destinato agli studenti delle scuole superiori, universitari e pubblico adulto, intorno al tema della continuità rintracciabile fra le esplorazioni terrestri e i viaggi di scoperta nello spazio extraterrestre.
A chiusura della manifestazione, un gruppo di astrofili proporranno con i loro telescopi una sessione di osservazione di corpi celesti.

Commenti o note
Orario di inizio dell’evento 16:00:00
Durata prevista fino a notte inoltrata
Tipologia di pubblico previsto Bambini in età scolare e studenti delle scuole superiori, adulti, appassionati e specialisti, studiosi e curiosi nel campo della Geografia, della Storia della esplorazioni e dei viaggi, della Esogeografia.
Coloro che daranno vita all’evento sono Accademici, Tecnici dell’Aeronautica Militare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *