Geotema 57

Gaetano Sabato

Rappresentazioni e territorio nelle dinamiche del turismo: il caso della Lonely Planet Sicily

L’attuale dibattito sul riordino territoriale del Paese rende nuovamente centrale il concetto di territorio che, da sempre, in una prospettiva geografica pone problemi definitori. Esso può essere, infatti, oggetto di produzioni simboliche e (ri)semantizzazioni in grado di ridefinirlo e di creare specifiche modalità di interazione. A questo proposito, il presente lavoro intende proporre una riflessione su alcune dinamiche di produzione e riproduzione simbolica che interessano il concetto di territorio nel turismo, ambito in cui si può osservare una relazione diretta tra rappresentazione del territorio (intesa anche come narrazione) e possibilità d’azione. In particolare, attraverso il caso studio della guida turistica Lonely Planet 2017 in formato digitale dedicata alla Sicilia, che propone una frammentazione e una riaggregazione dell’isola in territori più piccoli, è possibile riflettere su una complessa dinamica dello spazio capace di ridefinire l’idea stessa di territorio. Attraverso l’utilizzo di testi e di carte geografiche che operano selezioni e sintesi, la guida compone un’antologia di destinazioni turisticamente omogenee e coerenti allo scopo di rendere l’alterità più accessibile ai propri lettori. L’analisi di alcune parti significative della guida mostra come (ri)produzioni simboliche di un territorio possono dare luogo a peculiari costruzioni delle località che rendono lo spazio performativo. In altri termini, la frammentazione e la riaggregazione del territorio siciliano, operate dalla guida, invitano i turisti a considerare una nuova geografia (narrata) e a interagire con essa pensando «da visitatori». Da una prospettiva geografico-culturale una riflessione su queste dinamiche permette di prendere in considerazione forme di testualizzazione in senso semiotico (ossia di messa in forma) della spazialità, mostrando alcune possibilità epistemologiche e gnoseologiche del concetto di territorio.

Abstract: Representations and Territory into the Tourism Dynamic: The Case of the Lonely Planet Sicily

The current debate about the Italian territorial reorganization makes again fundamental the concept of «territory». This paper aims to reflect on some important dynamics that concern the idea of territory. More in particular, I explore in which form it can be (re)semantised through some tourism representations and narrations able to create specific ways of interaction. By taking into account the case study of the Lonely Planet 2017 digital tourist guidebook dedicated to Sicily that splits (and reorganizes) the island in smaller «regions», it is possible to reflect on a complex space dynamic able to redefine the same idea of territory. Indeed, the tourist guidebook uses both texts and geographical maps to propose an anthology of homogeneous and coherent destinations to make the Otherness more accessible for the readers. This process demonstrates how symbolic (re)productions of a territory can give rise to specific constructions of places, creating different concepts of region and, therefore, performative spaces and opportunities of «agency». In other terms, the (re)definition of the Sicilian territory proposed by the guide invites tourists to consider a new (narrated) geography invites and invites to interact with it thinking as visitors. From a geographical and cultural point of view, reflection on these dynamics allows us to consider some (re)definitions of space in relation to forms of textualization (even on the maps). An imaginary but performative geography that attributes to the concept of territory epistemological and gnoseological possibilities.

Parole chiave: territorio, rappresentazioni, ridefinizione dello spazio, guide turistiche, epistemologia geografica

Keywords: territory, tourist guidebook, region, redefinition of space, epistemology of geography

scarica PDF

57_06_SABATO