Call for paper – IX Convegno dei Sociologi dell’Ambiente Italiani (Salerno, 26-27/9/2019)

Fabio Carnelli, considerandola di possibile interesse per chi si occupa di Geografia, segnala la call for paper da lui coordinata con Giorgio Osti per il IX Convegno dei Sociologi dell’Ambiente Italiani (Salerno, 26-27/9/2019). Il titolo della cfp è

Stagni d’acqua multifunzionali per fronteggiare il cambiamento climatico

La deadline è il 25 aprile; la call è disponibile a questo link: https://xiiconvegnosociologiambiente.files.wordpress.com/2019/02/p06_ita_osti-e-carnelli.pdf . In caso di interesse per questa o altre call del Convegno, si suggerisce di seguire il relativo sito.

Per comodità di lettura si riporta di seguito la call:
XII convegno dei sociologi dell’ambiente italiani “Politica, ecologia e società nell’Antropocene” Università degli studi di Salerno – 26-27 Settembre 2019 
SESSIONE 6: Stagni d’acqua multifunzionali per fronteggiare il cambiamento climatico 
Proponente: Giorgio Osti (Università di Trieste) e Fabio Carnelli (Politecnico di Milano) 
Il cambiamento climatico e l’intensa urbanizzazione richiedono un nuovo equilibrio tra terra e acqua, città e campagna. I sistemi idraulici pensati per proteggere le città dalle inondazioni e per garantire l’irrigazione delle campagne necessitano nuove configurazioni socio-spaziali. Un sistema di specchi d’acqua multifunzionali e collegati da una rete multiscala di canali può probabilmente fronteggiare piogge intense e periodi di siccità indotti dal cambiamento climatico. In tal senso alle aree rurali viene chiesto di aumentare la loro capacità di trattenere l’acqua e ciò per diversi scopi: irrigazione, sicurezza, ricreazione e protezione delle zone umide. Tale compito ha effetti distributivi (più terra per l’acqua), richiede un nuovo coordinamento tra i proprietari terrieri, azioni intersettoriali della pubblica amministrazione, accordi con gli utenti della città. Il workshop mira a raccogliere ricerche e casi di studio incentrati su questo compito, sintetizzato nello slogan “stagni multifunzionali”. La prospettiva teorica è doppia: analisi della scala spaziale e relazioni sociali. Due tradizioni di ricerca appaiono pertinenti: da un lato, l’approccio sociogeografico che aiuta a mostrare i conflitti e le ingiustizie causati dalla privatizzazione dell’acqua e, dall’altro, gli approcci di rete che mostrano come le agenzie pubbliche a volte coadiuvate da organizzazioni del terzo settore stiano creando nuovi arrangiamenti. I temi del workshop potranno essere: – costruzione di bacini di laminazione/vasche di espansione – potenziamento reti idrica minore sia per l’irrigazione che per la sicurezza idraulica – fitodepurazione versus rinnovamento degli impianti di trattamento tradizionali – creazione, ri-creazione di zone umide o nuove minacce/tutele di stagni – accordi agricoltori / cittadini per usi multifunzionali dell’acqua – epidemiologia popolare e nuove malattie legate all’acqua (ad es. legionella) – valorizzazione di saperi tradizionali riguardo a sicurezza idraulica e simboli dell’acqua – miglioramento dei sistemi di irrigazione su piccola scala – integrazione di sistemi digitali con osservazione diretta di popolazioni locali (citizens science) – coinvolgimento di proprietari di fondi per alluvioni controllate, preparazione, sorveglianza – interfacce tra mini centrali idroelettriche e specchi d’acqua. 
La data entro cui ricevere le proposte di partecipazione è il 25 Aprile 2019.
Le proposte di comunicazione dovranno riportare titolo, proponenti, 3 parole-chiave ed un riassunto di massimo 3.000 caratteri in italiano e inglese. Le proposte dovranno essere inviate sia all’indirizzo di posta elettronica del coordinatore della sessione (giorgio.osti@dispes.units.itfa.carnelli@gmail.com), sia all’indirizzo del Congresso (12congresso.sociologiambiente@gmail.com), indicando in oggetto il numero della sessione.

La comunicazione delle presentazioni accettate avverrà entro il 15 Maggio 2019. Il programma della Conferenza sarà pubblicato entro il 30 Maggio 2019.

Add a Comment