Notizie dall’AIIG

Riccardo Morri, Presidente dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia, trasmette alcune notizie. Di seguito quanto pervenuto:

  • Nel mese di febbraio 2021, l’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia ha stipulato una convenzione con Gallerie Estensi (Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo) per lo sviluppo di progetti di formazione nell’ambito della cartografia, il paesaggio, l’ambiente e i beni culturali. Obiettivo dell’accordo è promuovere, grazie alle opportunità offerte dalle nuove tecnologie, l’educazione geografica in chiave interdisciplinare attraverso l’accesso guidato a materiali di grande valore storico-culturale, contribuendo al percorso di patrimonializzazione degli stessi, in ragione di un loro impiego a fini didattici.  https://www.aiig.it/2021/03/01/aiig-e-gallerie-estensi-siglata-convenzione-per-progetti-di-formazione/
  • L’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia ha co-finanziato un assegno di ricerca biennale presso il Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell’Antichità dell’Università di Padova sul tema “Il patrimonio geografico dell’Università di Padova nel secondo dopoguerra (1948-1972) tra eredità materiale e immateriale” (responsabili scientifici Riccardo Morri e Mauro Varotto),  finalizzato alla realizzazione di un database su piattaforma web della rivista Ambiente Società Territorio interrogabile per autore, tema, area geografica. Tale obiettivo si inserisce all’interno del Protocollo d’intesa siglato nel 2019 tra AIIG e DISSGEA, teso al rinnovamento delle metodologie di didattica della geografia e in continuità con gli obiettivi del gruppo di lavoro AGeI “Musei di Geografia: organizzazione della conoscenza, valorizzazione e divulgazione del patrimonio geografico accademico (GEOMUSE)” https://www.aiig.it/2021/03/04/assegno-di-ricerca-dedicato-alla-rivista-ast/
  • L’AIIG da molti anni segue le fasi delle assunzioni dei docenti della classe di concorso A21-Geografia, nella convinzione che la specifica preparazione disciplinare sia il requisito ineludibile per tutelare e garantire la qualità dell’insegnamento della geografia nella scuola italiana, nei (pochi!) Istituti dove è ancora presente.

    Solo negli ultimi due anni scolastici (2019/2020 e 2020/2021) sono giunte ai responsabili scuola dell’Associazione circa 100 segnalazioni da tutta Italia di presunta irregolarità, di inosservanza o di mancata applicazione delle norme stabilite dallo stesso Ministero e dalle leggi dello Stato in materia di composizione degli organici nell’assegnazione delle ore di geografia. Per prevenire il ripetersi di tali problematiche per il prossimo anno scolastico, AIIG ha chiesto a tutti gli Uffici territoriali e alla Direzioni competenti del Ministero di intervenire, emanando una nota che serva a fugare eventuali dubbi nell’applicazione delle norme e monitorando la corretta applicazione delle stesse https://www.aiig.it/2021/02/28/aiig-scrive-al-ministero-attenzione-per-la21-nella-composizione-degli-organici/, iniziativa ripresa dai media di settore: https://www.orizzontescuola.it/aiig-al-ministero-monitorare-la-corretta-applicazione-delle-norme-per-la-composizione-degli-organici/

Add a Comment