Resoconto CUN dei Consiglieri dell’Area 11 (29, 30 e 31 maggio 2018)

Si diffonde, così come pervenuto, il

resoconto CUN dei Consiglieri dell’area 11

Chiara Berti, Paolo D’Angelo, Pascal Perillo

29, 30 e 31 maggio 2018

Il 29 maggio 2018, presso la Sala Aldo Moro (già Sala Comunicazione) del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, è stato presentato il Parere generale 2 maggio 2018, n. 22, con il quale il CUN, in attuazione del mandato ricevuto dalla sede ministeriale, ha proposto un modello per l’aggiornamento e la razionalizzazione della classificazione dei saperi accademici e del sistema delle classi di corso di studio. Alla giornata, rivolta e dedicata all’incontro con i rappresentanti delle Comunità Scientifiche, secondo quanto prevede il percorso annunciato nello stesso Parere, hanno partecipato, oltre alla Presidente CUN, Carla Barbati, e ai componenti del Consiglio, il Capo Dipartimento per la formazione superiore e la ricerca Marco Mancini, il Presidente CRUI Gaetano Manfredi, il Presidente ANVUR Paolo Miccoli, il Presidente CNGR Andrea Lenzi e numerosi rappresentanti delle Comunità. Alla presentazione del parere da parte dei Coordinatori delle Commissioni permanenti II – “Politiche per la valutazione, la qualità e l’internazionalizzazione della Ricerca” (Maria Rosaria Tiné) e III – “Politiche per la valutazione, la qualità e l’internazionalizzazione della formazione universitaria” (Marco Abate) sono succeduti gli interventi dei rappresentanti istituzionali. Gli appartenenti alle Comunità scientifiche hanno animato il dibattito che ha, in questo modo, aperto le successive fasi di interlocuzione. Hanno partecipato, invitati in rappresentanza per l’area 11, Linda Cassibba, Beatrice Centi, Roberto Delle Donne, Cristina Mantegna, Ferdinando Mirizzi, Simonetta Polenghi, Andrea Riggio, Sergio Salvatore ed Ezio Vaccari.

Leggi le presentazioni

Il CUN, nel proseguire le attività di ascolto e di confronto funzionali alla migliore definizione e implementazione del modello proposto per l’aggiornamento e la razionalizzazione del sistema delle classi di studio, dà avvio a un ciclo di audizioni con i soggetti interessati al fine di acquisire elementi valutativi in merito alla possibile formulazione di nuove classi di laurea e di laurea magistrale come proposto nel Parere generale 2 maggio 2018, n. 22. A questo proposito, con nota del 28 maggio 2018, la competente Direzione generale per lo studente, lo sviluppo e l’internazionalizzazione della formazione superiore, nell’esprimere la propria condivisione delle proposte formulate in materia nel Parere generale 2 maggio 2018, n. 22, ha concordato con “l’esigenza rappresentata dal CUN di condurre una consultazione sistematica dei soggetti potenzialmente portatori di interesse” sia del mondo accademico sia della società civile, “acquisendo ogni informazione utile” per poi provvedere, all’esito delle consultazioni, alla definizione di nuove classi di corso di studio, “individuando i relativi obiettivi formativi qualificanti e le relative tabelle delle attività formative”.

Le audizioni potranno essere seguite in diretta streaming all’indirizzo: www.miur.gov.it.

Il 29 maggio 2018 la Direzione Generale per la programmazione, il coordinamento e il finanziamento delle Istituzioni della formazione superiore del MIUR, dando seguito alla lettera in proposito indirizzata dalla Presidente CUN al Direttore generale Daniele Livon, ha trasmesso ai Rettori e ai Direttori Generali

delle Università statali e non statali una nota in merito alle richieste di passaggio di settore. La nota fa riferimento ai Professori di recente immissione in ruolo che, a pochi mesi dalla presa di servizio, chiedono il passaggio ad un Settore Concorsuale (SC) diverso da quello in cui sono stati assunti. “Si tratta – come si legge nella nota – in alcuni casi, di docenti che provenendo da un SC e da una qualifica inferiore sono chiamati nella qualifica superiore ma in altro SC, salvo poi chiedere di essere reinquadrati nel SC originario in cui però non hanno ottenuto l’ASN per la qualifica superiore”. A fronte di ciò, il Direttore Generale richiama l’attenzione affinché le richieste di passaggio di SC siano anzitutto presentate dopo un congruo termine di tempo che giustifichi una mutata esigenza dell’ateneo in termini di ricerca e di didattica, considerando quindi la produzione scientifica dell’interessato oppure il possesso dell’Abilitazione scientifica nazionale nel SC in cui il docente chiede di essere inquadrato.

Nel periodo febbraio-maggio 2018 il CUN, tramite l’attività istruttoria della III Commissione Permanente “Politiche per la valutazione, la qualità e l’internazionalizzazione della Formazione Universitaria”, ha vagliato gli ordinamenti di 1074 Corsi di Laurea e Laurea Magistrale (l’anno precedente ne erano stati esaminati 949). Si tratta di quasi un quarto dell’intera offerta formativa universitaria italiana. Nello stesso periodo il CUN ha inoltre esaminato l’ordinamento di 31 Scuole di Specializzazione di area medica, tutte di nuova istituzione, e l’ordinamento di 1 Scuola di Specializzazione dell’area dei Beni Culturali.

Il testo del resoconto

Il Prof. Marco Abate è stato designato quale componente del Comitato Tecnico scientifico come previsto dagli artt. 4 e 5 del Decreto Ministeriale 29 dicembre 2017, n. 1047 per il Piano Lauree scientifiche 2017-2018 (PLS 2017-2018) e i Piani per l’Orientamento.

Nell’ambito delle attività di ordinaria amministrazione, il Comitato di Area 11, oltre ad aver partecipato ai lavori delle Commissioni Permanenti II (Politiche per la valutazione, la qualità e l’internazionalizzazione della Ricerca), III (Politiche per la valutazione, la qualità e l’internazionalizzazione della Formazione universitaria) e V (Politiche per lo stato giuridico e il reclutamento), ha svolto le attività di competenza relative ai pareri su passaggi di settore scientifico-disciplinare e/o concorsuale; i riconoscimenti di servizi pre-ruolo prestati all’estero; i riconoscimenti delle equipollenze di titoli stranieri ai fini dell’insegnamento universitario; i riconoscimenti dell’equipollenza di posizioni accademiche straniere; i riconoscimenti dei Dottorati di ricerca o analoga qualificazione accademica; i riconoscimenti dei titoli accademici pontifici.

Il 30 maggio, nella Sala Capitolare presso il Complesso della Minerva (Senato della Repubblica), la professoressa Chiara Berti è intervenuta in qualità di Consigliera del CUN al Convegno “Lo psicologo professionista della salute: nuovi scenari formativi ed istituzionali”, organizzato dal Consiglio Nazionale Ordine degli Psicologi (CNOP) in collaborazione con AIP (Associazione Italiana di Psicologia) e CPA (Consulta della Psicologia Accademica).

L’1 giugno 2018, la Presidente CUN, Carla Barbati, ha portato i saluti dell’Organo al convegno su “I processi costituzionali in Europa”, organizzato presso la Sala Capitolare del Complesso della Minerva (Senato della Repubblica), in occasione del 15 anni della Rivista Federalismi.it.

Con DM 22 marzo 2018, n. 235, è stato istituito il Comitato di selezione incaricato della predisposizione dell’elenco dei nominativi ai fini della scelta di componenti del Consiglio direttivo dell’Anvur, secondo quanto previsto dall’art. 8, comma 3, dPR 1 febbraio 2010, n. 76. Per effetto delle designazioni effettuate dai soggetti competenti, il Comitato è composto dalla Prof.ssa Barbara Ischinger, designata dal Segretario Generale dell’OCSE; dal Professore Emerito Paolo Matthiae, designato dal Presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei; dal Prof. Giovanni Pascuzzi, designato dalla Presidente del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari; dalla Prof.ssa Romilda Rizzo, designata dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca; dal Prof. Giulio Superti-Furga, designato dal Presidente dell’European Research Council.

Prossima sessione (N. 231): 12, 13 e 14 giugno 2018

 

 

 

Add a Comment