Scuole che cambiano le proprie città

Riccardo Morri, Presidente dell’AIIG, condivide l’informazione dell’iniziativa

Scuole che cambiano le proprie città

ecco il messaggio pervenuto, che contiene tutte le informazioni per partecipare:

Come anticipato lo scorso 9 aprile, in diretta streaming su RAI Cultura in occasione della Notte della Geografia alla Sapienza Università di Roma dalla Presidente del WWF Italia, Donatella Bianchi, e dal Presidente dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia, Riccardo Morri, le due associazioni si rivolgono alle/ai docenti di ogni ordine e grado per censire la qualità degli spazi aperti di cui sono dotate le scuole italiane e, soprattutto, acquisire la loro opinione circa l’utilizzo degli stessi a fini didattici.

PARTECIPA E COMPILA IL QUESTIONARIO ENTRO IL PROSSIMO 30 MAGGIO: https://forms.gle/SaEY6gAx4NcLh2Y5A

L’obiettivo è individuare e proporre alle istituzioni soluzioni per dotare le scuole italiane di uno strumento in più, fisico ed educativo, per i progetti di educazione civica nella prospettiva della transizione ecologica.

L’impossibilità per l’istituzione scolastica di valorizzare al meglio gli spazi all’aperto come contesto di apprendimento rappresenta un enorme spreco di risorse sul piano educativo e l’ennesima occasione persa nell’ambito di una pianificazione territoriale sostenibile. Un cortile vuoto e mal tenuto comunica alle generazioni di future/i cittadine/i che la scuola e la società non credono nella propria capacità di scegliere, organizzare e compiere delle attività di valore.

Add a Comment