CUN, Resoconto dei Consiglieri d’Area 11 (2-3 maggio 2018) [con parere «per un modello di aggiornamento e razionalizzazione della classificazione dei saperi accademici e del sistema delle classi di corso di studio, anche in funzione della flessibilità e dell’internazionalizzazione dell’offerta formativa»]

Di seguito il resoconto dei Consiglieri d’Area 11, così come pervenuto al Presidente. Si segnala, in particolare, il parere «Per un modello di aggiornamento e razionalizzazione della classificazione dei saperi accademici e del sistema delle classi di corso di studio, anche in funzione della flessibilità e dell’internazionalizzazione dell’offerta formativa» (al primo punto qui di seguito).

Resoconto dei consiglieri dell’Area 11 – Chiara Berti, Paolo D’Angelo, Pascal Perillo, 2 e 3 maggio 2018

Il Consiglio Universitario Nazionale, in attuazione del mandato ricevuto dalla Signora Ministra, con nota dell’11 gennaio 2018, di effettuare entro il 30 aprile “una verifica delle criticità relative all’offerta formativa per Classi di Laurea e di Laurea Magistrale nonché all’articolazione dell’attuale classificazione dei saperi in settori scientifico-disciplinari”, in modo da poter “porre mano a una revisione complessiva delle classi di corsi di studio” e di procedere al contempo, sul lato dei settori scientifico-disciplinari, a “un aggiornamento dell’attuale impianto della classificazione che, nel rispetto delle specificità nazionali delle attività di ricerca e di didattica”, ha concluso, tramite il lavoro svolto in sede istruttoria dalla Commissione speciale “Semplificazione e aggiornamento della classificazione dei saperi” e dalla Commissione permanente “Politiche per la valutazione, la qualità e l’internazionalizzazione della formazione universitaria” e in sede collegiale, le proprie analisi ed ha elaborato un modello generale – per la classificazione dei saperi e per la manutenzione delle classi di corso di studio – che possa essere portato al confronto con i soggetti del sistema universitario, suoi destinatari, ed essere poi ulteriormente sviluppato negli aspetti di dettaglio e applicativi.

Il Modello di aggiornamento e razionalizzazione della classificazione dei saperi accademici e del sistema delle classi di corso di studio, anche in funzione della flessibilità e dell’internazionalizzazione dell’offerta formativa è articolato in tre sezioni. Nella prima, dopo un’analisi del percorso che ha condotto all’attuale sistema di classificazione dei saperi, il CUN propone un nuovo modello, informato a considerazioni culturali e funzionali nonché a  criteri  di  semplificazione  e  razionalizzazione.  Nella  seconda  sezione,  dopo  una  descrizione dell’evoluzione del sistema delle classi dei corsi di studio, propone un modello per la sua manutenzione che risponda agli obiettivi indicati di aggiornamento, flessibilità e internazionalizzazione. Tale modello è congruente con il sistema di classificazione dei saperi proposto nella prima sezione. Infine, nella terza sezione il CUN indica quali interventi di adeguamento e di coordinamento sostanziale del contesto normativo siano necessari ad assicurare al modello proposto una disciplina di sviluppo coerente con le logiche e con le ragioni che lo informano.

A tal proposito, il 29 maggio 2018 si terrà, presso la Sala Comunicazione del MIUR, viale Trastevere 76/A, con inizio alle ore 14,30, la presentazione del Parere generale approvato dal CUN. Alla giornata, rivolta e dedicata all’incontro con i rappresentanti delle Comunità Scientifiche, secondo quanto prevede il percorso annunciato nello stesso Parere, parteciperanno anche esponenti dei soggetti istituzionali del sistema universitario. Ulteriori informazioni organizzative relative all’evento saranno comunicate successivamente soprattutto al fine di coordinare e gestire logisticamente le partecipazioni.

Il Parere (qui il link diretto).

 

Il CUN, attraverso l’attività istruttoria della Commissione permanente “Politiche per la valutazione, la qualità e l’internazionalizzazione della formazione universitaria”, ha proseguito l’analisi delle proposte di modifica degli Ordinamenti Didattici e ha espresso pareri in merito.

Nell’ambito delle attività di ordinaria amministrazione, il Comitato di Area 11, oltre ad aver partecipato  ai  lavori  delle  Commissioni  Permanenti  II  (Politiche  per  la  valutazione,  la  qualità  e l’internazionalizzazione della Ricerca), III (Politiche per la valutazione, la qualità e l’internazionalizzazione  della  Formazione  universitaria)  e  V  (Politiche  per  lo  stato  giuridico  e  il reclutamento) e alla Commissione Speciale “Semplificazione e aggiornamento della classificazione dei saperi”, ha svolto le attività di competenza relative ai pareri su passaggi di settore scientifico-disciplinare e/o concorsuale.

È stato pubblicato il D.D. n. 1052/2018 recante il Bando per la selezione dei Commissari della nuova tornata di Abilitazione Scientifica Nazionale (ASN) per il biennio 2018-2020.

Il testo del bando

È stato approvato in via definitiva, da parte del Consiglio dei Ministri n. 82 (8 maggio 2018) il decreto  legislativo  che,  in  attuazione  della  direttiva  UE  2016/801,  introduce  anche  nel  nostro ordinamento una disciplina speciale per l’ingresso e il soggiorno dei cittadini di Paesi terzi per motivi di ricerca, studio, tirocinio,  volontariato,  programmi  di  scambio  di  alunni  o  progetti  educativi  e  collocamento  alla  pari.  Questo provvedimento procura risposte alla necessità di prevedere misure atte a promuovere una piena ed effettiva internazionalizzazione “in entrata” del Sistema Universitario e della Ricerca in Italia, non limitata all’area Europea, dichiarata e fatta oggetto di articolate proposte da parte dello stesso Consiglio Universitario    Nazionale    nel    documento    “Semplifica    Università    III    –    A proposito di internazionalizzazione: un fast track per un ‘visto di ricerca’”, del luglio 2014.

La proposta del CUN.

Il Comunicato stampa CdM

Il giorno 11 maggio 2018, alle ore 11.00, presso la Sala Comunicazione MIUR si terrà l’incontro sul tema dello sviluppo di adeguate politiche di genere in Italia nell’ambito della ricerca e della formazione universitaria. All’incontro relativo alle indicazioni per azioni positive del MIUR sui temi di genere nell’università e nella ricerca, organizzato dal gruppo di lavoro coordinato dalla prof.ssa Elisabetta Addis, interverranno il Capo Dipartimento per la formazione superiore e la ricerca, prof. Marco Mancini, e i Presidenti del sistema universitario e della ricerca (CRUI, ANVUR, CUN, CNSV, CNGR, COPER).

Il giorno 16 maggio 2018 interverranno in Aula CUN il Segretario Generale della CRUI, Rettore Alberto DE TONI, e il Coordinatore della Commissione Didattica CRUI, Rettore Vincenzo ZARA, per un confronto sul tema della formazione terziaria professionalizzante, già oggetto di osservazioni CUN nei documenti dell’11 aprile e del 6 settembre 2017.

I Documenti:

  • 11 aprile 2017
  • 6 settembre 2017

Il tavolo dedicato alla definizione degli orientamenti e indirizzi da adottare in relazione ai corsi erogati in lingua inglese, alla luce della sentenza resa in materia dalla Corte costituzionale, avvierà i propri lavori il giorno 16 maggio, nell’ambito di una riunione di insediamento, alla quale parteciperanno la Presidente del CUN, il Presidente della CRUI e le Direzioni ministeriali competenti.

Add a Comment