CUN, Resoconto dei consiglieri dell’Area 11 (30 e 31 gennaio, 1 febbraio 2018)

Si ritiene utile dare diffusione, anche tramite la Newsletter, al resoconto CUN Area 11, pervenuto a firma dei consiglieri dell’Area stessa (Chiara Berti, Paolo D’Angelo, Pascal Perillo). Il Resoconto è di seguito riportato come giunto al Presidente.

 

Consiglio Universitario Nazionale

Resoconto dei consiglieri dell’Area 11

Chiara Berti, Paolo D’Angelo, Pascal Perillo

30 e 31 gennaio, 1 febbraio 2018

 

L’11 febbraio 2018 la Sig. Ministra Valeria Fedeli ha inviato alla Presidente del Consiglio Universitario Nazionale una lettera con la quale, tenuto conto delle considerazioni in più occasioni svolte dal CUN e dallo stesso Ministero circa la struttura dei settori scientifico-disciplinari e concorsuali e la necessità di una loro drastica semplificazione in ordine alla correlata flessibilità delle Classi di corsi di studio adeguata al contesto internazionale, ha conferito al Consiglio Universitario Nazionale il mandato a elaborare analisi e proposte atte a superare le criticità relative all’offerta formativa per Classi di Laurea e Laurea Magistrale, per come si definiscono a fronte dei mutamenti culturali e professionali intervenuti nei contesti, nonché all’articolazione dell’attuale classificazione dei saperi in direzione di un aggiornamento che la renda meno rigida e più aderente agli sviluppi culturali oltre che funzionale e coerente con gli indirizzi europei. In attuazione del mandato così conferito, e in conformità a quanto previsto dall’art.11 del Regolamento sul funzionamento del CUN, la Presidente ha costituito, con disposto n. 81 del 18 gennaio 2018, e sulla base delle indicazioni pervenute da parte dei Comitati d’Area, la Commissione Speciale “Semplificazione e aggiornamento dei saperi”, rappresentativa delle quattordici aree disciplinari CUN, con funzioni istruttorie e di studio in materia di organizzazione dei saperi accademico-disciplinari per le finalità della ricerca e della didattica. La Commissione è stata assegnata al Coordinamento dei Coordinatori delle Commissioni Permanenti I e III e chiamata a operare in stretta sinergia con la Commissione permanente IIII, alla quale spetta procedere, entro analoghe interazioni, all’analisi delle criticità e delle soluzioni per una revisione complessiva delle classi di corsi di studio. La Commissione Speciale ha svolto una prima riunione.

Le Commissioni Permanenti del CUN

Le Commissioni Speciali del CUN

L’1 febbraio 2018 si è svolto presso la sede del CNR, Piazzale Aldo Moro 7, Roma, il convegno

“L’Università forma il futuro. Giornata sulla modernizzazione dell’offerta formativa universitaria”,

organizzato dal Consiglio Universitario Nazionale con la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane e AlmaLaurea. La giornata, aperta dalla Sig. Ministra Valeria Fedeli e introdotta dagli interventi della Presidente CUN, del Presidente CRUI e del Presidente AlmaLaurea, ha visto relazioni e interventi di componenti CUN, CRUI, AlmaLaurea, oltre a una tavola rotonda con esponenti del mondo delle professioni. Le conclusioni sono state svolte dal Capo Dipartimento per la Formazione e per la Ricerca, prof. Marco Mancini. I materiali della giornata sono visibili sul sito del Consiglio Universitario Nazionale.

Il Consiglio di Stato, con sentenza del 29 gennaio 2018, n. 617 ha stabilito che gli Atenei possono “affiancare all’erogazione di corsi universitari in lingua italiana corsi in lingua straniera” [..], anche in considerazione della specificità di determinati settori scientifico-disciplinari”. Alla luce di questa pronuncia giurisprudenziale, il Capo Dipartimento Prof. Marco Mancini ha inviato una nota al CUN nella quale sostiene la necessità e urgenza di prevedere una riunione tra il CUN e il MIUR assieme alla CRUI, affinché si possano condividere le modalità più opportune per programmare l’offerta formativa dei prossimi anni accademici, anche in considerazione del fatto che quella per l’a.a. 2018-2019 è ormai stata avviata.

Il CUN ha approvato la Raccomandazione sull’attuazione delle disposizioni di legge in materia di abilitazione scientifica nazionale (art. 14, Legge 11 agosto 2014, n.114). Visto l’art. 3 del DPR 95/2016, che prevede che siano avviate le procedure per il conseguimento dell’abilitazione con decreto del competente direttore generale del Ministero, adottato ogni due anni entro il mese di dicembre, per ciascun settore concorsuale e distintamente per la I e la II fascia dei professori universitari; considerato che le attuali commissioni  concluderanno i lavori del V quadrimestre nel mese di settembre 2018 e che è molto forte nella comunità accademica l’attesa per l’avvio della successiva tornata prevista a partire dal 2018, il Consiglio Universitario Nazionale ha approvato un testo con il quale raccomanda che siano adottati al più presto i provvedimenti attuativi che garantiscano ai ricercatori a tempo determinato ex art. 24, comma 3, lett. b, Legge 240/2010, la possibilità di partecipare alle procedure per il conseguimento dell’Abilitazione Scientifica Nazionale al fine di assicurare continuità ai reclutamenti e alle progressioni di carriera.

La Commissione speciale per il Patrimonio Culturale, nella seduta conclusiva del 31 gennaio 2018, ha preso in esame la relazione congiunta preparata dal tavolo di lavoro Consiglio Superiore dei Beni Culturali – CUN, nonché la bozza di accordo di programma MIUR-MIBACT e i profili professionali attinenti ai Beni Culturali. Ha poi licenziato una relazione di sintesi sulla formazione universitaria attinente ai Beni Culturali, con i risultati dell’indagine compiuta sulle lauree di primo e secondo livello, sui master e sui dottorati di ricerca.

È stata effettuata l’Analisi degli Ordinamenti didattici di Ateneo relativi ai corsi di nuova istituzione e sono stati espressi pareri in relazione alle proposte di istituzione presentate.

Nell’ambito delle attività di ordinaria amministrazione, il Comitato di Area 11, oltre ad aver partecipato ai lavori delle Commissioni Permanenti II (Politiche per la valutazione, la qualità e l’internazionalizzazione della Ricerca), III (Politiche per la valutazione, la qualità e l’internazionalizzazione della Formazione universitaria) e V (Politiche per lo stato giuridico e il reclutamento) e alle Commissioni Speciali 3 e 4, ha svolto le attività di competenza relative a: passaggi di settore scientifico-disciplinare; riconoscimento servizi pre-ruolo prestati all’estero; costituzione Commissioni giudicatrici conferma ricercatori.

Prossima sessione (N. 223): 20-22 febbraio 2018.

Segui il CUN su Twitter: @ConsUnivNaz
Iscriviti alla Newsletter

Add a Comment