Giovanna Bellencin Meneghel

Anche tramite il sito e la Newsletter diffondiamo il messaggio che segue, già inviato per email dal Presidente:

“Cari Colleghi,

vi inoltro un  sentito ricordo di Govanna Meneghel inviatoci  dai geografi udinesi. Esso esprime perfettamente i sentimenti di stima e di affetto che tutti coloro che hanno conosciuto Giovanna hanno provato spontaneamente nei suoi confronti, per il suo lavoro di ricercatrice, di docente e per il suo costante senso di appartenenza alla comunità geografica nazionale. 

Cordiali saluti,

Giovanna Bellencin Meneghel 

È deceduta il 29 aprile all’età di 86 anni. 

Allieva di Giorgio Valussi, a lei si deve l’aver promosso e divulgato in Italia la geografia sociale, a partire da un primo contributo, in occasione del XXII Congresso geografico (1975), e dal saggio sulla geografia sociale nello storico volume sulla ricerca geografica in Italia 1960-1980 (Agei, 1980), cui ha fatto seguito un’ampia produzione su tale tema, sostenuta da un profondo interesse per una branca geografica che l’ha portata a intessere una  proficua collaborazione scientifica, nonché un solido rapporto di amicizia, con il prof. Robert Geipel e gli altri geografi della scuola di Monaco di Geografia sociale.

I principi e la metodologia della geografia sociale sono stati applicati negli altri campi di ricerca a cui la Meneghel si è dedicata con grande passione e dedizione: la geografia medica e la qualità della vita, il tema delle migrazioni (nell’ambito del gruppo di ricerca Agei), i mutamenti socio-demografici in Italia, la condizione degli anziani. Di rilievo l’ideazione e il coordinamento, alla fine degli anni ’90, dell’innovativo Atlante socio-demografico del comune di Udine.

Sempre presente nei convegni e negli altri momenti ufficiali della geografia, è stata attiva e impegnata anche nel campo della didattica geografica, ricoprendo importanti cariche e fornendo il suo costante apporto nell’ambito delle attività condotte dalla sezione di Udine e da quella regionale del Friuli Venezia Giulia dell’AIIG. A Giovanna Meneghel va il merito di aver voluto e organizzato il convegno Didattica della geografia. Nuove Prospettive, in ricordo di Giorgio Valussi, curandone successivamente gli atti (1993).

Da ricordare anche l’impegno a favore della cultura del Friuli, che l’ha portata a ricoprire dal 1995 al 1997 la carica di direttrice del neonato Centro Interdipartimentale per lo sviluppo della lingua e della cultura del Friuli (CIRF) dell’università di Udine.

I tanti colleghi che l’hanno conosciuta e frequentata nella sua lunga carriera professionale ne hanno sempre apprezzato il profondo tratto umano, la sensibilità, la capacità di ascolto e la partecipazione, preziose doti accompagnate da un atteggiamento riservato e rispettoso.

Franca Battigelli e i geografi di Udine”

Add a Comment